domenica 15 febbraio 2004

altrove

ci sentivamo altrove.
lontano.
c'era profumo di felicità.
le onde. quelle voci lontane.
quell'odore di sale
sentii la sua mano muoversi fra i miei capelli.
mi attirò piano verso di lei.
sapeva di mare.
mi accarezzò la guancia con dolcezza, poi il collo.
la nuca.
era dolce.
finalmente, mi misi a singhiozzare.
(jean claude izzo)